La Scala dell’Evoluzione

DSCN5036Gli oltre 18.000 visitatori annui che  salgono la Scaletta di Colle Aperto per raggiungere l’Orto Botanico possono iniziare la visita direttamente dal primo scalino. Qui è collocato il primo dei 10 poster tattili visivi dedicate all’evoluzione delle pianteun percorso espositivo caratterizzato da un approccio sia visivo che tattile adatto a tutti, anche a non vedenti e ipovedenti, realizzato con disegni in rilievo e testi tradotti in Braille, come pure ad un pubblico straniero che necessita di scritte in inglese. Il tema dell’evoluzione è stato trattato partendo del Big Bang (in basso), per poi raggiungere (in alto) l’apice dell’evoluzione delle piante in corrispondenza delle prime  collezioni dell’Orto Botanico già visibili.

A partire dalla formazione del sistema solare, 4.57 miliardi di anni fa, il percorso rievoca la compar sa negli oceani dei primi organismi unicellulari, dapprima quelli privi di nucleo (batteri), poi di quelli nucleati, delle alghe, dalle quali sino differenziate le epatiche alla conquista della terra ferma, cui seguirono gli antenati delle attuali felci e dei licopodi, fino alle gimnosperme e angiosperme. Le piante hanno una lunga storia da raccontare, durante la quale hanno contribuito in modo determinante a rendere la Terra abitabile anche da noi: hanno modificato l’invivibile atmosfera terrestre primordiale, hanno cambiato il clima e portato alla formazione del suolo.

Alla realizzazione, sostenuta da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo nell’ambito del Progetto Est – Educare alla Scienza ed alla Tecnologia, hanno collaborato la sezione di Bergamo dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, Stephen Schultka del  Museo di Storia Naturale di Berlino e Francesco Bracco, Università degli Studi di Pavia. Contenuti delle 10 tappe del percorso La scala dell’evoluzione delle piante

  1. La scala dell’evoluzione delle piante. Rappresentazioni tattili e visive essenziali della vita vegetale sul pianeta. Le piante hanno una lunga storia durante la quale hanno modificato l’atmosfera terrestre, cambiato il clima e portato alla formazione del suolo.
  2. 4,57 miliardi di anni fa: si formano la Terra e gli altri pianeti del sistema solare.DSCN5035
  3. 3.8 miliardi di anni fa: negli oceani sono presenti i primi organismi unicellulari privi di nucleo, i  batteri. Dopo 300 milioni di anni è attiva la fotosintesi ossigenica.
  4. 2.7 miliardi di anni fa: sono presenti organismi con cellule dotate di nucleo, l’atmosfera continua ad arricchirsi di ossigeno. Dopo 1.5 miliardi di anni si diffondono le alghe pluricellulari .
  5. Ordoviciano 490 – 443 milioni di anni fa: è in atto la colonizzazione delle terre emerse da parte di epatiche, le briofite prive di tessuti vascolari evolute da alghe verdi e dotate di spore.
  6. Devoniano 418 – 354 milioni di anni fa: vi sono popolamenti densi di riniofite e zosterofilli di 15-20 cm. Si diffondono piante sempre più alte con tessuti vascolari ben sviluppati e differenziati. Compaiono le prime piante con seme.
  7. Carbonifero 354 – 290 milioni di anni fa: in immense foreste umide proliferano le pteridofite con specie a portamento arboreo, enormi licopodi, grandi felci e grossi equiseti come i Calamites.DSCN5034
  8. Triassico e Giurassico 252 – 142 milioni di anni fa: è in atto la forte diversificazione delle Gimnosperme, piante con semi non protetti dall’ovario dominanti nelle foreste tropicali umide e adatte ai nuovi climi aridi.
  9. Cretaceo (142 – 99 milioni di anni fa): è in corso la proliferazione delle angiosperme, le piante con seme protetto.
  10. Terziario 65-5 milioni di anni fa: è presente gran parte dei generi attuali.  Oggi si stima vivano circa 422.000 specie di piante, una piccola parte è nell’Orto Botanico di Bergamo.

Fatal error: Uncaught wfWAFStorageFileException: Unable to save temporary file for atomic writing. in /var/www/clients/client16/web38/web/wordpress/wp-content/plugins/wordfence/vendor/wordfence/wf-waf/src/lib/storage/file.php:35 Stack trace: #0 /var/www/clients/client16/web38/web/wordpress/wp-content/plugins/wordfence/vendor/wordfence/wf-waf/src/lib/storage/file.php(659): wfWAFStorageFile::atomicFilePutContents() #1 [internal function]: wfWAFStorageFile->saveConfig() #2 {main} thrown in /var/www/clients/client16/web38/web/wordpress/wp-content/plugins/wordfence/vendor/wordfence/wf-waf/src/lib/storage/file.php on line 35