Il progetto ” Big Picnic”

Eventi, Notizie

jpg_colour-small-default

L’ Orto Botanico di Bergamo ‘Lorenzo Rota’ è partner italiano al progetto “Big Picnic” – Big Questions – engaging the public with Responsible Research and Innovation on Food Security sul tema della sicurezza alimentare, finanziato dall’Unione Europea della durata di 3 anni attraverso il programma Horizon 2020 – Scienza nella Società.

 

Quiz sulla sicurezza alimentare
Mettiti alla prova per vedere quante di queste curiosita’ gia’ conosci!

Inizia il quiz

I partners

BGCI Botanic Gardens Conservation International, coordina i 19 partner di 12 paesi europei e uno africano, in prevalenza Orti Botanici ma anche musei e associazioni culturali che partecipano al progetto. Un solo partner non fa parte dell’Unione Europea, è l’Uganda, rappresentata dal Toro Botanical Garden, coinvolto perché permette di affrontare le tematiche legate alla sicurezza alimentare non solo in prospettiva europea, ma anche considerando problemi evidenti nei paesi in via di sviluppo.

1 bgcilogo

Botanic Gardens Conservation International (BGCI) – Plant Conservation Charit

UK
2 Uni_Logo_2016Universitaet Wien (UNIVIE) -Botanical Garden of the University of Vienna and The Austrian Educational Competence Centre for Biology Austria
3 black

University College London (UCL)

UK
4 Logo_UK_groen1_trans

Agentschap Plantentuin Meise (APM) – Botanic Garden Meise

Belgium
5 waag-logo2

Stichting Waag Society (WAAG)

The Netherlands
6 Comune Di Bergamo (BERG) – Orto Botanico di Bergamo Italy
7 logo@2xhortus_logo@2x Universiteit Leiden (UL) – Hortus Botanicus The Netherlands
8 logo-pi Uniwersytet Warszawski (UNIWARSAW) – University of Warsaw Botanic Garden Poland
9 ULISBOA_HORIZONTAL_RGBUniversidade De Lisboa (ULISBOA) – National Museum of Natural History and Science Portugal
10 1381308_1401842210050099_1145559672_nHellinikos Georgikos Organismos – Dimitra (Hellenic Agricultural Organization) (HAO-BBGK) – Balkan Botanic Garden of Kroussia Greece
11 ubg-logoSofiiski Universitet Sveti Kliment Ohridski (UBG) – University Botanic Garden Sofia and Varna Bulgaria
12 logoCsic

Agencia Estatal Consejo Superior De Investigaciones Cientificas (CSIC)

Spain
13

logo-vector-real-jardin-botanico-juan-carlos-i Universidad De Alcala (UAH) – Real Jardin Botanico Juan Carlos

Spain
14 hannover-logo

Landeshauptstadt Hannover (SBZH) – Schulbiologiezentrum Hannover

Germany
15 logo

Freie Universitaet Berlin (FUB-BG) – Botanic Garden and Botanical Museum Berlin-Dahlem

Germany
16 logo-2

Wissenschaftsladen Bonn EV (WILABONN)

Germany
17 images Universitetet I Oslo (UiO) – Natural History Museum Norway
18 tbg-logo

Tooro Botanical Gardens (TBG)

Uganda
19 images-2Royal Botanic Garden Edinburgh (RBGE) UK

Il progetto

L’obiettivo generale è mettere gli Orti Botanici al centro del dibattito e del dialogo pubblico affinché la voce delle persone sia portata all’attenzione dei politici, a livello locale, regionale, nazionale, europeo, in merito a quelle che dovrebbero essere le priorità su temi e azioni riguardanti la sicurezza alimentare.

Gli obiettivi specifici sono:

  • Aumentare l’impegno degli Orti Botanici su temi locali e globali inerenti la sicurezza alimentare con mostre diffuse e science café rivolti a pubblici eterogenei.
  • Co-creare con questi pubblici, con strategie accessibili e nuove, utili per facilitare l’interazione, colmare il divario favorendo i contatti tra ricercatori, attori politici e pubblico.
  • Rafforzare la capacità degli orti botanici europei di sviluppare approcci co-creativi a livello locale e regionale, oltre a sostenerli come centri di promozione del dialogo tra ricercatori, cittadini e responsabili politici.
  • Migliorare la comprensione del concetto di RRI – Innovazione e Ricerca Responsabili con la divulgazione di buone pratiche e di casi studio.
  • Utilizzare i risultati di altri progetti finanziati dall’Unione Europea: INQUIRE, PLACES and VOICES.
  • Costruire capacità, da parte dei giardini botanici in tutta Europa, di sviluppare e realizzare approcci di co-creazione con la propria audience locale e regionale.
  • Co-sviluppare gli strumenti per misurare il coinvolgimento del partenariato del consorzio e dei membri delle squadre di co-creazione con l’RRI e i vantaggi dell’approccio partecipativo di co-creazione adottato nel progetto.

Perché si è scelto di coinvolgere i giardini botanici?

• Hanno una lunga storia di ricerca sulle piante, sulle colture e sulle specie selvatiche
• Sono “depositi”/ “archivi” accessibili per una grande quantità di informazioni sulle piante ed i loro usi
• Molti sono associati con le università e possono appoggiarsi(?) ad ulteriori infrastrutture di ricerca
• Molti sono nelle aree urbane, nelle città, facilmente accessibili da parte del pubblico
• Possono facilitare il dialogo e il dibattito per un pubblico diversificato
• Molti stanno già lavorando per sostenere alcuni aspetti di sicurezza alimentare.

Food Security

“Quando tutte le persone, in ogni momento, hanno accesso fisico ed economico a cibo sufficiente, sicuro e nutriente che soddisfi le loro esigenze dietetiche e preferenze alimentari per una vita attiva e sana”
Questo è il concetto espresso da FAO e riconosciuto al livello universale sulla sicurezza alimentare nel World Food Summit, Roma 1996, che si traduce in un impegno a :

• garantire che sia prodotto cibo sufficiente a nutrire tutti ed ognuno,
• che tutti abbiano accesso al cibo
• che il cibo sia di buona qualità e nutriente
• che si lavori per fermare lo spreco di cibo
• che si assicurino colture di specie spontanee, cosicché queste ‘arche botaniche’ possano essere disponibili per l’utilizzo in futuro
• che si mantenga la diversità, di colture alimentari e di piante

RRI

RRI – Ricerca e Innovazione Responsabili

L’RRI è un metodo che vuole riunire ricercatori, cittadini, politici, imprese ed educatori per cooperare durante l’intero processo di ricerca e innovazione, al fine di allineare i risultati della ricerca con i valori e le esigenze della società .

Tutte le conversazioni , i dibattiti e le opinioni che raccoglieremo grazie a tutti i partecipanti al progetto confluiranno in un report da indirizzarsi ai responsabili delle commissioni e delle politiche europee. Ciò fornirà la voce che ci auguriamo possa influenzare i decisori politici a dare priorità ricerca all’innovazione socialmente desiderabile/che la società stessa desidera in materia di sicurezza alimentare per il futuro.
Il consorzio di Big Picnic ha adottato i 10 valori chiave a cui ci atterremo al corso del progetto:

  • Responsabilità etica
  • Inclusione
  • Rispetto
  • Apertura
  • Positività
  • Diversità (bio e culturale)
  • Uso effettivo dei risultati nella società
  • Mutuo apprendimento
  • Impegno sostenibile

 

Attività in corso

 

Dissemination

Giovedì 15 dicembre 2016 – Roma, Sala Conferenze presso la Sede ANCI – Via dei Prefetti , 46 a
Verso lo spreco zero cominciando da cibo e farmaci

convegno_orto_2016-11-25_def-prova-facebook-banner25 novembre 2016 – Bergamo, Sala Curò Piazza Cittadella, Città Alta
Convegno “Il Buon Cibo tra diritto, sostenibilità e sicurezza alimentare


14711168_1255334337862855_7165506624971056326_o

28- 29 – 30 novembre 2016 – Bergamo Sala Curò di piazza Cittadella, – Città Alta
Corso di formazione: Orti aperti al mondo

14712717_1514937461866686_493683424044414003_o24 novembre 2016 – Bergamo, sezione di Astino “Valle della Biodiversità
Rapporti: facciamo rete: Dall’orto scolastico alla sicurezza alimentare.

 

a4convegno4_784_30480

 

15-16 novembre 2016 “Cibo e territorio per un’educazione alimentare diffusa” IV Convegno internazionale di educazione alimentare